VENERDÌ 15 MARZO, ORE 19:00 TIZIANO FRATUS, L’UNIVERSO POETICO DI UN UOMO RADICE

In un’epoca di crolli e cedimenti delle ideologie due visioni della vita e del mondo hanno ripreso vigore: la spiritualità e un più stringente dialogo sulla natura, i due pilastri intorno a cui ruota la scrittura di Tiziano Fratus.
Ha poco meno di trent’anni Tiziano Fratus quando raggiunge uno dei cuori della California, Big Sur; lì dove il vento spira ininterrottamente ed aleggiano gli spiriti di Kerouac e Watts, Fratus incontra le prime sequoie millenarie, perdendosi in un’epifania.
“La terra” per Fratus come per Pannikar “è un vivente tanto nelle sue parti come nel suo insieme”.
Tiziano Fratus, cercatore d’alberi impareggiabile, formulatore di una vera “dendrosofia”, racconta di sé, di alberi e delle sue poesie creaturali: poesie visive in forma di natura.