VENERDÌ 24 GIUGNO, ORE 19:00 – CARLO D’AMICIS PRESENTA “LA REGOLA DEL BONSAI” – IN LIBRERIA

Carlo D’Amicis vive e lavora a Roma. È autore del programma di Rai 3 “Quante Storie” e del programma di Radio 3 Rai “Farenheit”. Ha pubblicato i romanzi ‘Piccolo Venerdì’ (Transeuropa, 1996), ‘Il ferroviere e il golden gol’ (Transeuropa, 1998, selezione Premio Strega), ‘Ho visto un re’ (Limina, 1999, Premio Coni per la letteratura sportiva), ‘Amor Tavor’ (Pequod, 2003).
Per Minimum Fax ha pubblicato quattro romanzi: ‘Escluso il cane’ (2006), ‘La guerra dei cafoni’ (2008 – selezione Premio Strega), ‘La battuta perfetta’ (2010), ‘Quando eravamo prede (2014). Nel 2017 da ‘La guerra dei cafoni’ è stato tratto l’omonimo film diretto da Davide Barletti e Lorenzo Conte. Nel 2018 ha pubblicato con Mondadori ‘Il gioco’

.LA TRAMA DEL LIBRO A sette anni, mentre assiste con il padre Rudolf allo sbarco del primo uomo sulla luna, Werner Wolf viene a sapere qualcosa che gli cambierà la vita per sempre: sua madre Klara è il frutto segreto della relazione tra Eva Braun e Adolf Hitler.L’inevitabile conseguenza è che Werner ha avuto in sorte come nonno, anziché un simpatico vecchietto che gli racconti le favole davanti al camino, il più esecrabile criminale della storia: il male assoluto.La sua vita diventa così un’impossibile fuga da se stesso e dalla vergogna di una colpa mai commessa, mentre la madre, bellissima cantante d’opera fallita, vende il proprio sangue a decrepiti filonazisti per una bottiglia di vodka. Cinquant’anni dopo Werner vive – senza passato e soprattutto senza futuro – in una baracca ai margini di Berlino. Trascorre le giornate in solitudine, cammina nei boschi, raccoglie oggetti dalla spazzatura e si barcamena tra l’ostilità del padre Rudolf, anziano e paranoico vivaista appassionato di bonsai, e gli assalti di Danny Grunberg, logorroico agente di spettacolo deciso a trasformarlo in un fenomeno da baraccone, convinto che la memoria sia il vero business del nostro tempo.Da questo vicolo cieco parte un imprevedibile viaggio, reale e soprannaturale al tempo stesso, dalla Germania all’estremo Sud dell’Italia. Un viaggio che, attraverso l’incontro con una ragazzina impertinente e poco incline alle lezioni della storia, catapulterà il nipote di Hitler in una dimensione arcana e sospesa, dove tutto – perfino l’incancellabile macchia di Werner – potrà essere illuminato da una luce diversa.“La regola del bonsai” è un romanzo tragico e al tempo stesso ironico, scandito da un’azione incalzante e innervato di simboli, che ribalta le prospettive abituali intorno alla memoria suggerendo la necessità di un’elaborazione del passato in grado di farci entrare in modo nuovo nel futuro.

Per partecipare all’incontro vi consigliamo di prenotare allo 0464.755021 oppure di inviare una mail a info@libreriarcadia.com


È richiesto un contributo di 3€ che sarà restituito in caso di acquisto del libro presentato nella serata.