MARTEDÌ 24 NOVEMBRE, ORE 19:00 SU FACEBOOK ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI MISTERIOSI DELL’ANTICHITÀ

Vi presentiamo un atlante questa volta (‘Atlante dei luoghi misteriosi dell’antichità’) capace di farci scoprire i luoghi del tempo antico, ammantati di uno strano impasto fatto da leggende, fascino carismatico e splendore decaduto. Leggerne oggi guidati dal lavoro di Massimo Polidoro e Francesco Buongiorno significa tornarvi e recuperarli.
Proviamo solo a immaginare quali devono essere stati l’emozione e la gioia degli scopritori di Petra.
Il giovanissimo orientalista Johann Ludwig Burckhardt, travestito da arabo, accompagnato da beduini diffidenti che lo ritengono un mago infedele, si avventura nel deserto giordano finché si imbatte in una gola angusta, quasi buia. Il silenzio è palpabile, il rischio assoluto. Ma, all’improvviso, dalle rocce e dall’oblio dei secoli, riemerge la ricca e raffinata città dei Nabatei, la favolosa Petra, che ormai si pensava essere solo un luogo della fantasia.
Ecco, in questo volume che raccoglie le più belle storie intorno ai misteri dei tempi antichi di tutti i continenti, Francesco Bongiorni e Massimo Polidoro restituiscono l’irripetibile emozione della scoperta e la gioia incontenibile di una scommessa vinta quasi sempre contro ogni buon senso. Scoprendo così che a inseguire miraggi e leggende apparentemente inconsistenti si finisce spesso con il trovare testimonianze e tesori concretissimi, ma soprattutto la ricompensa a domande che ciascuno di noi porta dentro di sé e che costituiscono il nostro mistero più antico e insondabile.