MARTEDÌ 21 SETTEMBRE, ORE 19;00 – LIZ MOORE: DAI CIELI DI PHILADELPHIA ALL’INTELLIGENZA EMOTIVA – SALA DEL CORO DELLE BIANCHE ZIME

Impressioni di Settembre’, la nostra rassegna che ha suscitato l’interesse di Fahreneit RadioTre prosegue ospitando la scrittrice e musicista americana Liz Moore, una delle grandi voci contemporanee. Dopo il successo de “I cieli di Philadelphia”, la Moore ci regala nuove emozioni con “Il mondo invisibile”, entrambi pubblicati in Italia dalla casa editrice NN, la stessa di Kent Haruf e Jesmyn Ward. Al centro di entrambi i suoi romanzi, caratterizzati soprattutto dalla limpidezza della scrittura, troviamo un’umanità genuina e desiderosa di riscatto che abita quartieri ai margini del sogno americano: essa viene raccontata attraverso un metodo che travalica il genere, sospeso com’è tra detective story e saga familiare. Sorprende la capacità di descrivere il rapporto tra uomo e tecnologia in modo inedito, andando oltre una semplice critica della Silicon Valley, servendosi della cosiddetta intelligenza emotiva.

Liz Moore è una scrittrice e musicista americana, e insegna Scrittura creativa alla Temple University di Philadelphia. Il suo romanzo Il peso (Neri Pozza 2012) è stato selezionato per l’International IMPAC Dublin Literary Award. Dopo aver vinto il Rome Prize nel 2014, l’autrice ha trascorso un anno all’American Academy di Roma, dove ha completato la stesura de Il mondo invisibile. L’incontro fa parte della nostra rassegna ‘Impressioni di settembre’.


Caldamente consigliata la PRENOTAZIONE, da effettuarsi chiamando lo 0464.755021 o scrivendo a info@libreriarcadia.com ( riceverete la mail di conferma ).
L’incontro avverrà nel rispetto delle norme per il contenimento del COVID 19 vigenti al momento.


N.B. Per partecipare all’incontro è previsto un contributo di 3,00€ che sarà interamente rimborsato se deciderete di acquistare il libro presentato.
Grazie dell’attenzione per il nostro lavoro e per quello dell’autrice e della casa editrice.
Si ringrazia particolarmente il Coro Bianche Zime per l’aiuto datoci nella circostanza.

La foto dell’autrice è tratta dal sito della casa editrice NN.