Il libro di Dicembre 2015

Chiudiamo il 2015 con uno dei più bei romanzi dell’anno.
Secondo un critico vi si sente il ritmo di Hemingway, l’epoca di Faulkner e la malinconia di Cechov.
Si possono scomodare tre mostri sacri di questa levatura per un libro che non sia eccezionale?
Sembra scritto per chi ama spostarsi anche solo con il pensiero, meglio se in poltrona e sotto una coperta a scacchi, per chi riesce a sentirsi a casa anche solo con una finestra aperta sul cielo…